Imboccati e non informati

18 Febbraio 2021

Come ho già detto, la verità può emergere se i fatti vengono separati dalle opinioni, se leggiamo fra le righe delle notizie e se le medesime le guardiamo in controluce. Inoltre, bisogna distinguere fra chi dice la verità e chi finge di dirla. Solo così possiamo informarci. Il processo attraverso cui ognuno di noi si informa, è complesso e spesso incompleto. Non sempre siamo colpevoli di sciatteria, negligenza o indifferenza verso la verità, perché è difficile districarsi fra bugie, bugie verosimili e verità. Siamo da troppo tempo abituati ad essere ‘imboccati’ : cioè a ricevere la notizie dall’alto, prendendole, ingenuamente, per vere o attendibili. Come i pulli -cuccioli di uccelli-appena nati si fidano del cibo portato loro, non ci fidiamo delle notizie che ascoltiamo o leggiamo e non guardiamo oltre. Non siamo consci che spesso ‘mangiamo’ spazzatura. D’altronde la disinformazione -o l’omissione dei fatti- è una maniera nn violenta per avere il ‘controllo’ del popolo in una democrazia. Edulcorando la verità, si mitigano gli scatti di rabbia e si placano sussulti d’indignazione del popolo. E’ sufficiente leggere i titoli dei giornali e diventa chiaro ciò che cerco di dire. Si dà risalto a notizie di piazzamenti o rimpiazzamenti di interessi politici, esaltando uno schieramento o l’altro, s’ignorano o si mettono in poca evidenza fatti più rilevanti per le persone. Incluse le violenze sui bambini o le donne, sempre più diffuse.Colgo l’occasione di ringraziare la trasmissione Report che non finge di dire la verità, la dice. Anche se sembra che interessi a pochi. La verità è certamente difficile da metabolizzare, ma non dimentichiamo che le bugie, invece, intossicano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi articolo precedente

Ultimi articoli

Inganni

Bugie, falsità, ipocrisia, ricatti, illusioni, delusioni, inganni, sono le varie sfaccettature dei complicati intrecci che spesso legano gli umani. Il libro, attraverso i suoi personaggi, svela come vengono viziate le giornate, deviati i pensieri, alterate le azioni, falsate le parole delle persone dalla non verità e dall’inganno. Inganno di cui il rapporto di Andrea e Chiara, coppia attorno a cui ruota la narrazione, è impregnato. Ma c’è anche la verità. Luce abbagliante ed invisa a molti, troppi uomini, che impongono, a chi gli è a fianco, il peso delle loro menzogne, delle loro maschere, di quello che sono e non sono, il peso di quello che non provano, il peso della loro freddezza.

Continua a leggere

Acquista su