Il Natale, per me

25 Dicembre 2021
Si parla molto di  pace e bontà a Natale, ma una volta archiviato, svaniscono i buoni propositi. La pace dimenticata e la bontà torna ad essere una cosa per pochi ingenui. Le frasi melense che impazzano a dicembre sanno di ipocrisia e di un “volemose bene” che dura una manciata di giorni.
Emotivamente, per me, il Natale non è mai un giorno come un altro anche e soprattutto, quando non si fa nulla di “speciale “. Lo considero un modo di prendersi una pausa per trovare lo slancio di perseguire con più tenacia la pace e praticare la bontà. Quella vera fatta di altruismo e gentilezza. E solidarietà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi articolo precedente

Leggi articolo successivo

Inganni

Bugie, falsità, ipocrisia, ricatti, illusioni, delusioni, inganni, sono le varie sfaccettature dei complicati intrecci che spesso legano gli umani. Il libro, attraverso i suoi personaggi, svela come vengono viziate le giornate, deviati i pensieri, alterate le azioni, falsate le parole delle persone dalla non verità e dall’inganno. Inganno di cui il rapporto di Andrea e Chiara, coppia attorno a cui ruota la narrazione, è impregnato. Ma c’è anche la verità. Luce abbagliante ed invisa a molti, troppi uomini, che impongono, a chi gli è a fianco, il peso delle loro menzogne, delle loro maschere, di quello che sono e non sono, il peso di quello che non provano, il peso della loro freddezza.

Continua a leggere

Acquista su